Coppia accogliente, non aperta.

Anni e anni di frequentazione delle chat, e quasi una laurea honoris causa in materia, ti hanno insegnato ad essere flessibile, soprattutto quando si parla di incastri sentimentali e zone erogene.

Hai imparato che a questo mondo esistono formule di vita di coppia più complesse della formula chimica del popper.
Hai capito che sicuramente c’è qualcuno che si eccita ad usare i centrini della nonna come lingerie e che, altrettanto sicuramente, c’è qualcun altro che lo troverà talmente erotico da filmarlo e metterlo su qualche sito.
Hai avuto a che fare con gente che ti chiedeva di fargli le punture di soluzione salina, con aspiranti colf che volevano riassettarti casa a gratis (e questo perché non l’hanno vista) e pure con gente che voleva presentarsi a casa tua vestita da Uomo Ragno – che poi il tuo primo pensiero è stato come spiegarlo al portiere filippino e alla nonnina che ti abita accanto e che apre la porta di casa sempre nel momento sbagliato.
E hai anche capito che va assolutamente bene così, ciascuno viva la sua intimità come ritiene più pepato.
Anche se i centrini, le punture e gli outfit da supereroi non fanno per te – la colf in caso di disperazione è sempre da tenersela buona.
Ma la cosa bella delle chat è che non smettono mai di sorprenderti.
E capita di imbattersi in una coppia accogliente ma non aperta, cosa che ti ha un po’ preso alla sprovvista.
Ormai sei espertissimo di singoli che cercano coppie, coppie aperte e coppie aperte all’insaputa di uno dei due.
Ma questa accoglienza ti ha lasciato un po’ disorientato e hai provato a chiederti cosa volesse dire.
1)   è un dato di fatto che dopo cacciatori che cercano materiale per la loro tesi di dottorato in ornitologia applicata, Grindr è la app più usata da agenti della Tecnocasa: praticamente in alcuni periodi dell’anno ci sono più persone che cercano/offrono camere che anguille da pescare e mettere in forno.
Magari i due hanno intuito l’opportunità di business e offrono di visitare il loro showroom, dove si potrà sfogliare il catalogo delle poltrone di Divani&Divani, sinonimo di accoglienza e qualità;
2)  sono tipo i Don Mazzi di Grindr, solo che invece che accudire dei criminal VIP e andare a vantarsi dalla D’Urso, accolgono povere Grinderelle deluse dalle foto dove tutti sembrano più magri, più giovani e più belli –o almeno questo è ciò che ti è stato detto a te di recente;
3)   sono degli appassionati di balli di gruppo e accolgono neofiti per farne delle star degne di Ballando con le stelle. Già li vedi alla Balera dell’Ortica, che cantano insieme “se prima eravamo in sei a ballare l’hully gully, adesso siamo in sette a ballare l’hully gully”, mentre eseguono perfettamente la coreografia tutti insieme.
In attesa di inviare il post ai diretti interessati per avere delucidazioni in merito, non puoi non chiederti se alla fine della fiera non se la passasse meglio tua nonna che, senza conoscere nessuna di queste moderne possibilità di vivere la sessualità, quando si lanciava in uno smorzacandela, si sentiva più sbucciabanane di Cicciolina, Moana e Jessica Rizzo messe insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: