Professione: Accompagnatrice di gay nascosti.

Non si può sempre parlare di ornitologia e strani accadimenti nel corso di ginnastica fuori orario.
Oggi hai pensato che fosse il caso di parlare di economia e di start up.
Di come le giovani donne dotate di triplo sgabuzzino abbiano deciso di affrontare un mercato in crisi, dopo la decadenza delle olgettine e del loro padrone di casa, dopo aver capito che ormai tira più Efe Bale con i suoi accessori che un carro di buoi e dopo aver compiuto i 17 anni e quindi essere uscite dal giro delle baby squillo dei Parioli.

E quindi, ecco la nuova proposta, per costruire un impero su se stesse, per cogliere un’esigenza di mercato contemporanea oggi come quando la Carrà aveva i capelli castani. Presentata in modo semplice e diretta sui frocial network:
I vostri genitori non sanno… Bene sarò la vostra ragazza per una giornata o cena!

Capito amici rive gauche nascosti di tutta Milano?
Per la modica cifra di 50 euro – come ci viene confermato in “un’intervista” (per la promessa di due secondi di gloria, sono disposti a commercializzare anche le ceneri della nonna in buste da 40 euro) – la nostra nuova amica vi offre:

  1. briefing per inventarsi di sana pianta la vostra storia. Sono inclusi selfie a manetta dimostrativi. Se proponete anche di aprire un profilo Instagram in cui postare #aftersex come se non ci fosse un domani, con un piccolo sovrapprezzo probabilmente ci potrebbe pure stare, visto l’approccio pratico e concreto. E, consiglio personale, non dimenticate gli importantissimi particolari piccanti a cui alludere con il papà per farlo sentire sicuro che il suo figlioletto, anche se sa ballare La notte vola su un piede solo, sa anche come far divertire una donna, biologica per di più.
  2. A questo punto c’è la fase di analisi. Perché mica pizza e fichi, il lavoro viene preso molto professionalmente. Raccontatele tutto della vostra famiglia, che tipi sono i vostri genitori, che ragazza sognano al vostro fianco. Insomma, tutto quello che i vostri genitori proiettano inutilmente su di voi. Eviteresti solo le coordinate bancarie e la vostra posizione nell’asse ereditario, ma solo per sicurezza. Lei capirà come approcciare la famiglia per essere deliziosamente stucchevole come solo la fidanzata perfetta sa essere.
  3. Poi si passa al clou: la cena con mammà e papà. Pensate che se mammà è così emozionata di vedere il suo figlioletto adorato finalmente accoppiato, lei, senza costi extra, è disposta ad abbracciarla e a prometterle che si rivedranno presto.
    Ottima strategia di fidelizzazione del cliente. 
La prima domanda che ti viene spontanea è: perché una ragazza di 23 anni dovrebbe mai dare una mano ad inventare una vagonata di sterco per costruire castelli di menzogne all’interno di famiglie di post-adolescenti nascosti?
E’ divertente, come dice lei, lo ha fatto per due amici e ora vuole vedere se c’è mercato.
Se da Vanna Marchi e il mago brasiliano hanno comprato filtri contro il malocchio per un decennio, perché non dovrebbe trovare spazio una accompagnatrice per finocchi nascosti, del resto. 
Il pensiero è degno di uno studente della Bocconi. 
Ma perché farsi pagare?
Beh perché volontariato lo fa già per i fatti suoi.
Quindi deve monetizzare, no?
In sintesi, non hai mai giudicato chi vende il proprio corpo. 
Come diceva qualcuno, c’è chi l’amore lo fa per gioco, chi lo sceglie per professione, chi lo fa per passione.
E viva Dio, ciascuno faccia ciò che vuole del proprio corpo purché maggiorenne e consenziente.
Ma l’aspetto più nauseabondo che trovi in questa storia – posto che sia vera e non sia un fake, sia chiaro – è che qualcuno ritenga che ci sia da lucrare sul fatto che questo paese è indietro di seicento anni rispetto al resto del mondo.
Che una ragazza di 23 anni ritenga più importante monetizzare sulle tragedie della vita altrui – perché non essere accettato dalla propria famiglia e trovarsi costretti a mentire altro non è che una tragedia – che provare ad aiutare i propri amici a cambiare le cose.
Che in questo paese cattocomunista-benpensante, gente nata dopo il 1990, sia costretta a pagare una figurante per farsi accettare in famiglia.
Scusate se questo post non fa ridere. 
Ma dopo due secondi di ilarità per l’assurdità del profilo e dopo averlo segnalato ai Gentlmen di Grindr, ti è passata la voglia di ridere.

Solo per questa volta.

Una risposta a "Professione: Accompagnatrice di gay nascosti."

Add yours

  1. Beh non lo trovo tanto strano in realtà, a volte semplicemente uno non vuole ancora esprimere la sua sessualità e sentendosi costretto può ricorrere a questo mezzuccio, a patto che prima o poi tutto venga a galla!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: