Vacche Magre. Almeno loro.

Veloce punto della situazione degli ultimi mesi.
Hai speso tutti i tuoi risparmi in splendidi vestiti che hai messo una volta sola.
O anche nessuna, come la splendida canotta con una croce di borchie e delle frange degne del miglior outfit di Shakira che crea intorno al tuo girovita la stessa forma del salvagente che hai indossato per fare il bagno al mare fino ai 12 anni – non che poi tu abbia imparato a nuotare ma, visto che fisicamente non c’entravi più, hai imparato a stare a galla sbattendo le gambe in modo scomposto e scoordinato.
Hai perso quasi 15kg con una dieta della morte basata praticamente su aria, gallette di riso e vodka per colazione.
Salvo poi ritrovarti l’anno successivo con la stessa silhouette dell’omino Michelin, a forza di rimpinzarti di kebab e pizza, che, a differenza degli uomini, ti soddisfano sul momento e non ti lasciano proprio più.
Manco se comprassi Slim Fast di Maurisa Laurito, per intenderci.
E come se non bastasse l’altra mattina mentre facevi colazione nudo, gli operai che stanno rifacendo la facciata hanno iniziato a bussare sulla serranda.
Per un attimo ti sei visto in una gang bang degna di Youporn, salvo poi scoprire che i quattro aitanti rumeni volevano solo lamentarsi del fatto che sul tuo balcone ci fossero dei fili elettrici scoperti e che usare la cazzuola sarebbe stato pericoloso.
Anche se ti sei chiesto se la reiterazione della parola “cazzuola” volesse comunicare qualche meta messaggio.
Insomma, dopo mesi di tentativi di relazioni improbabili – una su tutte quella con il bel brasiliano che andava a fare colloqui di lavoro al Bulgari Hotel di sabato sera per poi chiamarti e chiedere in che locale gay portare il suo colloquiatore – e incontri improbabili dopo il Plastic con gente che si ostinava a suonare  il citofono di un povero malcapitato ad un civico diverso da quello che gli avevi indicato, ti sei chiesto se la tua massima aspirazione fosse quella di utilizzare Grindr come mezzo per conoscere tutto il vicinato – comprensivo di gente che passava di lì per caso – o se invece anche tu ti meritassi qualcosa di simile ad una relazione.
Non una relazione-relazione, sia chiaro, che già i tuoi vestiti non stanno in due armadi e non sapresti proprio dove mettere quelli di un’altra persona – e poi ti basta la tua colf Santina a ricordarti che sei così disordinato e pigro che la tua casa il lunedì ricorda più una discarica napoletana (e lo dice senza aver mai visto la tua 600).
Ma insomma, almeno riscoprire il gusto del rimorchio selvaggio in un locale o il piacere di presentarsi prima di offrire un accappatoio per fare la doccia, ti sembra che sia un obiettivo realizzabile.
E così, nella speranza che un digiuno dalla ginnastica possa aiutare anche il tuo approccio al cibo per tornare ad essere vagamente presentabile, hai iniziato il tuo periodo di vacche magre, eliminando dal tuo iPhone gli strumenti di tentazione.
Certo, hai riscoperto un rapporto con te stesso che nemmeno in piena pubertà, ma guardare il mondo da un profilo nero di Grindr dà tutto un altro effetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: