La Guerra della Balaustra

Auguri spesso di vedere il cuore di qualcuno che ti sta sul batacchio mentre viene mangiato dai cani, auguri pure di vedere il cadavere seppellito nello sterco, ti è capitato anche di implorare un’ulcera fulminante.

Ma di augurare una rottura di gamba, mai era successo, almeno fin’ora.
Ieri sera, mentre dimenavi le tue membra sovrappeso al Plastic, in libera uscita dai tuoi genitori presenti a Milano, ti sei posizionato a ballare sulla balaustra del privè del Bordello.
Che era ovviamente piena.
Ma questo non ti spaventava.
Del resto hai elaborato una teoria su come farti spazio al Plastic sulla balaustra.
La strategia è semplice:
1-individuare qualcuno che si conosce e che si trovi nella posizione dove vorresti ballare tu
2-evitare di rovesciare tutto il drink nel metro e mezzo che ti separa dalla persona che conosci e che sta ballando sulla balaustra
3- salutare calorosamente la persona in questione cosicché chi gli è intorno percepisca un forte legame tra voi
4- iniziare a ballare di “profilo” vicino alla persona in questione: nonostante i tuoi chili di troppo, occupi meno spazio così
5- iniziare un lento movimento di rotazione che ti porterà a girare un massimo di 45° e ad ottenere la postazione che vuoi sulla balaustra
Postilla al punto 5: durante il movimento è necessario spostare i vicini, inizialmente colpendoli con finta casualità mentre balli e poi – appena si spostano un po’ per evitare i tuoi movimenti da elefante – occupare progressivamente il loro spazio vitale, finché, a rotazione completata, senza nemmeno che se ne possano accorgere, abbiano completamente perso la loro posizione iniziale.
Ecco, di solito funziona perfettamente.
Quindi ieri, mentre il Dottorino limonava con il solito Mastrolindo e 2P era in giro a far vedere il suo outfit (no, non è una battuta a doppio senso), hai seguito esattamente lo stesso processo:
1- individui AnimaGemella e Parrucca
2- alzi il braccio destro, col terrore di uccidere qualcuno visto quanto eri sudato (ma no, non sei tu quello che puzza, nemmeno questa volta)
3- profondi baci e abbracci alle tue amiche, rischiando nuovamente di restare impasticciato col rossetto
4- inizi a ballare di profilo strusciandoti insistentemente sulle tette di AnimaGemella
5- cominci il movimento rotatorio e nell’arco di qualche minuto ottieni la tua postazione, cacciando la bionda abituè 40enne che stazionava precedentemente alla tua sinistra
Insomma, tutto come da copione.
Se non fosse che due maschi, con tutta probabilità bidirezionali, vista la tristezza della loro camicia bianca infilata nei 501 – roba che già Brandon di Beverly Hills 90210 nel 1992 era uno sfigato con quell’outfit – iniziano a spingere per rubarti il posto.
Ma tu, che del furto della balaustra hai fatto uno stile di vita, non avevi intenzione di cedere.
Hai quindi attuato tutte le armi di difesa in tuo possesso:
– hai ballato con i gomiti alzati, in modo da far male a chiunque si avvicinasse, ma nulla non desistevano
– hai allargato le gambe, mentre ti calavi sulle ginocchia, aggrappato alla rete per non cadere all’indietro (e perdere il posto oltre che la dignità) ma loro – o meglio uno dei due – non hanno mollato il colpo
– hai pure coreografato Paola e Chiara che detesti, con movimenti il più scoordinati possibili ma a quel punto i tuoi avversari hanno cominciato ad essere aggressivi.
E uno dei due ti dice: “Se stai tranquillino, ci stiamo tutti”.
Tu non ci hai visto più.
Da quando il Plastic è un posto democratico?
Ma soprattutto, come osa uno con una triste camicia bianca su Levi’s 501 (e ripeti: Levi’s 501) trattare con te – che sicuramente non sarai il più fashion della serata ma che quantomeno indossi la tua ciccia con orgoglio e determinazione nelle tue tristi magliette a tema – il posto che hai duramente conquistato?
E’ iniziata una vera lotta.
Lui ha preso il posto vicino ad AnimaGemella, dividendovi.
Tu per tornarle vicino hai perso spazio.
L’altro amico si è posizionato accanto ad AnimaGemella, sul lato libero, e insieme hanno cominciato a stritolarvi.
Voi a forza di culate avete resistito.
E’ una questione di principio, vi siete detti.
Eri pronto anche a fare a botte ma eri troppo precario e rischiavi di cadere giù dalla balaustra.
Perdendo il posto, oltre che la dignità e la battaglia.
E poi non c’era tema “pulp” per cui il sangue dal naso non ti sarebbe valso una foto.
Insomma, stritolato tra camicia bianca su Levi’s 501 e AnimaGemella, a sua volta stritolata dall’altro camicia bianca su Levi’s 501 hai desistito.
Hai pensato che oggi ti attendeva Ikea con i tuoi.
E che nella vita bisogna saper perdere.
Così, cosciente che a volte la forza fisica vale più della strategia, hai mestamente abbandonato il posto sulla balaustra, con la scusa di andare a fumare.
Augurando a camicia bianca su Levi’s 501 di rompersi una gamba durante la serata.
Perdendo la battaglia della balaustra.
Ma la guerra è tutt’altro che finita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: