Il Complesso dell’Autogrill

C’è una cosa che ti chiedi ogni santo sabato quando vedi la gente accalcata nel bagno degli uomini al Plastic attendendo per l’unico bagno – con un orrenda turca dove una volta ti sono cadute le chiavi e hai ringraziato dio, o chi per lui, di essere ubriaco, mentre le raccoglievi – e lasciano il più delle volte libero l’orinatoio – cacofonico ma tecnicamente corretto -dove bisogna farla in piedi.

La domanda che ti attanaglia è: perché fare a botte per l’unico cesso alla turca visto che il buon dio, o chi per lui, vi ha dotato di un batacchio che permette di liberarsi molto più facilmente e velocemente di quanto facciano le donne?
Quello che credi è che il rive gauche medio soffra del Complesso dell’Autogrill.
Ovvero di quella convinzione che se tiri fuori il batacchio in pubblico, tutti staranno lì a guardarlo, come se non ne avessero mai visto uno, manco attaccato tra le proprie gambe.
Ma perché nasce tale complesso?
Quali sono i problemi e i pensieri che portano il rive gauche medio a preoccuparsi e a non mostrarsi mentre la fa in piedi in pubblico, quando magari nel privato al Supermercato ti propongono watersports – per essere fini – di ogni tipo?
Il primo problema che potrebbe presentarsi è che il possessore del batacchio orinante su GayRomeo lo autodefinisca XXL e a quello che si vede già catalogarlo M è un gran complimento.
In Italia si sa che la autocertificazioni sono un modo lecito di mentire.
Quindi, perché imbarazzarsi?
Il secondo problema che potrebbe presentarsi è che il possessore del batacchio orinante venga catalogato come un soggetto interessato a fare del sesso occasionale in zone di batuage.
Cosa che nessuno nella Milano che conta – o che vorrebbe contare – fa.
Quantomeno al di fuori della sauna in stazione centrale, della fossa vicino al Castello e di qualche cinema porno che sei certo esista anche in questa città tanto in dove di sicuro li chiamano qualcosa tipo fashion-maial-projections.
Il terzo pensiero che potrebbe passare nella mente del possessore del batacchio orinante è che, mostrando i gioielli di famiglia, qualcuno potrebbe provare a rubarglieli.
Anche qui tendi a non vedere dove sia il problema visto che alle sei e qualcosa della mattina, quando abbassano la serranda, sembra di essere nella prima settimana di saldi da H&M, dove la gente è pronta ad uccidere pur di portarsi a casa il pezzo meno peggio, al prezzo migliore, tra quelli avanzati.
Sia come sia, il problema del Complesso dell’Autogrill attanaglia tanti poveri rive gauche.
Ai quali andrebbe spiegato che alla maggior parte della gente in fila in un bagno durante una serata in discoteca del loro batacchio – sia esso corto, lungo, stretto, largo, diagonale o romboidale – interessa davvero poco, se confrontato alla necessità di tornare a sentirsi degli esseri umani con un paio di litri di vodka lemon in meno nel corpo.
Quindi cortesemente utilizzateli.
O se proprio non riuscite a cacciarlo fuori in pubblico se non in una dark room, almeno non intralciate la strada ad un povero scemo che altrimenti deve fare le corse in vietta.
E per pisciare, prendersi la colite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: