La regina cambia corona.

Le regole ci sono.

E sono fatte per essere infrante.
Fino ad oggi sei stato rigidissimo.
Ti era stato affibbiato il soprannome “Il Biondino”?
Che ti piaccia o meno, che tu sia diventato moro o rosso nel frattempo, che tu lo ritenga corretto o meno, te lo tieni.
Hai paura che una volta scoperta l’identità di chi scrive il blog, la tua identità sia facilmente identificabile e tu quindi sputtanato?
Problema tuo. La prossima volta non fai cose a 3 nella vietta.
Certo non sei tu che devi cambiare il nick solo per paura che il tuo migliore amico si risenta.
Ergo, nome assegnato non si cambia.
Almeno fino ad oggi.
Perché “The Queen”, pur sottolineando la sua superiorità rispetto alla qualità della frociarola media, e soprattutto di una – chi ha la pazienza vada a spulciarsi i vecchi post – come soprannome ti ha sempre fatto un po’ cacare.
Quindi è un po’ che cercavi di cambiarle nome.
Combattuto tra il rispetto delle regole e il fatto che le regole le metti tu qui, visto che sei l’unico padrone.
Quindi hai deciso di cambiarle nome solo se ne avessi trovato uno alla sua altezza.
E hai pensato che lei ti fa da guida all’interno del mondo gay milanese.
E quindi hai pensato di chiamarla Google Maps.
Ma sai che non avrebbe pienamente apprezzato, perché potrebbe essere letto un po’ anche come “navescuola”.
Poi hai pensato che la prima volta che l’hai vista in giro, indossava un improbabile vestito maculato per una serata a tema, quando per te le serate a tema erano al massimo carnevale e se proprio si insisteva, quella commerciale festa americaneggiante di Halloween.
Ipotizzavi dunque: Animalier.
Troppo D&G, bocciato.
Poi hai riflettuto.
Il mondo gay milanese è una vera e propria mafia, con clan, guerre fratricide e spargimenti di sangue e pettegolezzi malevoli.
E lei li sa tutti.
E’ quella che ti mette in guardia su cosa fare o cosa non fare.
Quella che ti mette in guardia sulle tue mire socialmente pericolose, quella che ti dice se puoi condividere o meno un link di una tal persona, quella che ti dice che se slingui Gino davanti a Pina, finisce che Pina ti stacca i testicoli a morsi.
Una sorta di Bignami di quella che più che una mafia, è una maphia visto che il “ph” fa più “phon” per farsi la piega.
E lei ne è la tua spia.
Allora quale miglior nome di quella grande spia che alternava la danza alle strategie di guerra internazionali.
Quella donna che all’inizio del secolo scorso, mentre ballava una danza improbabile di origine malese, mentre passava di letto in letto, rubava segreti alla Germania da vendere alla Francia e rubava alla Francia segreti da vendere alla Germania.
Quella donna che ha fatto della seduzione l’arma per aprire la società e conquistarla.
Colei che ha ballato nelle più prestigiose case degli aristocratici parigini, facendo la fortuna del Moulin Rouge.
Regina dei teatri, della notte e dei letti.
Che ne sparava di ogni genere – leggi su wikipedia di deliranti affermazioni ai giornali in cui sosteneva di essere perseguitata dai monaci Buddisti per aver dissacrato i loro templi e aver rubato la loro danza sacra e segreta – in pratica una completa fuori di testa.
Trasgressiva, furba e spietata.
Ecco.
Sei lieto di dare il benvenuto sul Batacchio Spagnolo a Mata Hari.
[sì ok l’hanno beccata, arrestata e fucilata. Questioni secondarie]

2 risposte a "La regina cambia corona."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: