L’Uomo Bancomat

Le perversioni sessuali accendono in te notevole interesse.

Perché ti rendi conto che se anche c’è gente come ChiappeD’Acciaio a cui devi spiegare in cosa consiste la pioggia d’orata, oggi molto più in voga nella versione anglofona – che tu hai scoperto ad anni 8 grazie al corso di educazione sessuale del Corriere della Sera che tuo padre abbandonava in macchina – ti rendi conto, dicevi, che qualsiasi sia la cosa più perversa che tua abbia mai fatto, c’è sempre qualcosa di più.
Assurdo.
Sinceramente pensavi di aver raggiunto il massimo con quello che al Supermercato di offriva di giocare a farvi le punture, per vedere l’effetto che fa l’ago sulle chiappe – a te fa venire una stretta sotto i gioielli di famiglia, ma de gustibus.
E a dir la verità avevi sempre sperato per il tuo interlocutore che si trattasse di un profilo fake, cosa che gli avevi anche comunicato.
Ottenendo in risposta una serie di foto inequivocabilmente vere.
Ma qui si fa di più.
Qui una persona – e hai le prove che esista davvero, anche se non di prima mano – gode nel farsi dominare e non solo facendosi tirare i capelli quando sono a gattoni sul letto o facendosi legare con corde, bende, mollette e chi più ne ha più ne metta, non solo con queste banali e comuni perversioni – chi dice di non aver fatto nessuna delle pratiche sin qui elencate mente. Oppure è proprio sessualmente scialbo.
Qui si parla di ciò che ti manca per comprarti l’attico vista Duomo che ti meriteresti.
Si parla di quelli che cerchi di mettere da parte, vanamente, visto che ogni weekend semini pezzi da 50 euro in una risaia di Vodka Lemon.
Si parla di quelli che non fanno la felicità ma di sicuro riscaldano più dell’indigenza.
Avrei inserito la mia scheda e digitato il mio codice e ti avrei poi ceduto il posto godendo nel vederti prelevare tu i miei soldi dal conto e metterteli in tasca con la sigaretta in bocca

Insomma il tipo non scherza.
Ora la domanda che ti fai è solo una.
Sarà illegale?
No perché qui tocca organizzarsi.
Avete presente fare soldi senza manco avere la scocciatura di dover far della ginnastica o il fastidio di doverti moralmente iscrivere al sindacato di quelle che fanno il mestiere più antico del mondo?
Quindi in attesa di capire quale sia il suo numero di telefono e di fargli pervenire il tuo IBAN, tu e i tuoi compagni di merende avete già deciso i ruoli.
C’è chi farà il tesoriere, eventualmente reclutando altri padroni che vogliono farsi vedere mentre prelevano e intascano altrui denaro, qualora si stancasse del primo.
C’è chi farà da esca, perché, carino e cinico, non ha paura di fallire.
Ci sei tu.
Che qualche remora morale, devi dire la verità, te la fai.
Cioè alla fine questo è un pesce grosso?
No perché sennò il rischio non vale la fallica candela.
Ripeti a tutti.
E comunque magari la madre voleva comprarsi una borsa Chanel e ora visto che il figlio è pazzo non può più farlo.
Però il tesoriere e l’esca sembrano determinati ad andare avanti.
Non è che gli altri possano godere liberamente del contante intascato grazie a te e non farti manco un regalo.
E sulla generosità della gente non si può contare.
Quindi per veder riconosciuto il tuo valore di talent scuot, hai ritenuto opportuno chiarire subito che -proprio perché non ritieni giusto arricchirsi alle spalle degli altri – anche i tuoi compagni di merende non possono farlo sui tuoi contatti.
E quindi hai fissato un tariffario.
Del 10%
Equo e moralmente corretto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: