Cronache Marziane


Quando hai delle settimane professionalmente pesanti ed emotivamente coinvolgenti – conoscere la Carrà e diventare il suo compagnuccio di sigarette serali non poteva che destabilizzarti – sai che i weekend diventano abbastanza impegnativi.

Se non altro perché hai la tendenza a bere tanti cocktail quante sono le ore di straordinari che hai fatto.
Finendo così in situazioni imbarazzati.
Venerdì sera non hai nemmeno fatto in tempo ad entrare al Vogue, nel tuo mood attenzione-assassino-potenziale-nelle-vicinanze, che hai incontrato una vecchia conoscenza.
Quello che ti ha ispirato sempre tanta ma tanta ginnastica ma anche tanta ma tanta attenzione, tanto da dedicargli la regola 1 del Regolamentario.
Perché ti sei sempre chiesto come facesse un commesso a permettersi un BMW decappottabile, ad esempio.
Oppure ad essere sempre in giro tra Europa e Stati Uniti.
O semplicemente a permettersi di essere griffato dalla testa ai piedi mentre tu che hai un lavoro teoricamente più pagato devi fare i conti a fine mese per capire se le spese condominiali le riesci a pagare o se devi chiedere un finanziamento per pagare l’assicurazione della macchina.
Sta di fatto che ti prende, ti fa capire senza troppe parole che ha voglia di fare ginnastica.
E in men che non si dica sei in un tavolo – con Dottorino a seguito – con un’enorme bottiglia di Vodka, da cui ti viene offerto un drink di alcol purissimo, e tutti ragazzi bellissimi.
Salvo il padrone del tavolo che evidentemente ripagava in questa maniera la compagnia.
E hai avuto paura per la tua reputazione.
Va bene che si dica di te che sei un ragazzo di facili costumi.
Ma deve essere chiaro che tu lo fai per passione, non per professione.
Ripresoti dal tuo venerdì sera, ti sei lanciato in un sabato sera di devasto al Plastic, sempre in compagnia del Dottorino che essendo l’unico che ti circola intorno è anche quello che viene invitato come il tuo “+1” in situazioni ufficiali. Il che la dice lunga sulla tua situazione sentimentale.
La serata è stata molto impegnativa.
Sia in termini alcolici.
Sia perché il tuo ex capo si è palesato – con tuo grande piacere – ma hai temuto che commettesse un omicidio per la calca, per il fetore che aleggiava nel Bordello dopo le 2 e per il caldo.
Sia perché ti sei trovato nel cesso a giocare a “chi ce l’ha più lungo” con qualcuno di troppo in vista per essere citato.
Ma soprattutto hai avuto modo di approfondire con un ragazzo amico di L e del Vicino che ha fatto sì che tu andassi a dormire alle 10.15 questa mattina.
Serata splendida solo che non dormivi con qualcuno da tempo.
E se con 16anni anche abbattendo il muro del cinismo sapevi che tu e uno che faceva il terzo superiore non avevate futuro, qui ti ci sei dovuto impegnare per dirti che sì era bono, sì era bello starci appiccicato stile koala. Ma qui ti sei dovuto convincere di almeno un paio di cose:
1- probabilmente avrebbe detto a chiunque “con te verrei ovunque” – ergo non farti scaldare il cuore da parole dette in stato di ebrezza
2- il fatto che abbiate dormito abbracciati non è condizione sufficiente per perdere la testa
3- il fatto che limonasse chiunque gli passava davanti nel percorso palco-guardaroba-macchina, ti deve far pensare che sei stato solo un diversivo.
La situazione è ancora migliorata quando, mentre cercavi di addormentarti dopo la pausa pranzo del tuo sonno pomeridiano, hai ricevuto un sms del Dottorino che diceva di essere stato svegliato alle 7.30 dalla madre. Che lo chiamava per sapere che fine avesse fatto.
E lui si era addormentato.
Non al Plastic.
E nemmeno in macchina.
Ma questi sono postumi di una serata che non hai voglia di sbandierare.
Se non altro perché vorresti evitare anche di perdere il “+1” surrogato della tua esistenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: