Non c’è peggior sordo


E dire che ti sforzi anche di essere carino e gentile visti tutti i due di picche che danno a te.

Ma se uno non vuol capire, è inutile urlare come una soubrette a cui hanno rubato il trucco.
Sarà più probabile che vengano i vicini a picchiarti che la persona in questione ascolti quanto hai da dire.
Accade, infatti, che ti contatta un tale sul Supermercato geolocalizzato.
Foto fisico.
E che fisico.
Roba che se avesse indossato lui il costumino AussieBum che a te fa sembrare una salsiccia, tu saresti dovuto andare in giro per la spiaggia alla ricerca della mascella perduta.
Detto questo, tu, vecchio lupo di mare – o uomo da marcipiede, fate vobis, come dice tua madre – chiedi ovviamente anche la foto del viso.
Perché va bene far cadere la mascella per i pettorali ma alla fine vorresti evitare la variante “cuscino in faccia”, anche perché è un po’ complesso farla passare come “la perversione sessuale più trendy, appena importata da Manhattan”.
Al ricevimento della foto, la mascella si è aperta.
Sì, per far uscire il vomito.
Un assoluto cesso. A pedali, come lo definirebbe il Vicino.
A quel punto il tuo entusiasmo si raffredda.
Ma dopo averci chattato per 15 minuti pare brutto dire “scusa-non-sei-il-mio-tipo-ciao“.
E poi bloccarlo.
Quindi scegli la tattica: “te-lo-faccio-capire“.
Ovviamente serve della collaborazione dell’altro per la riuscita di questa tattica, ma hai cercato di essere inequivocabile.
Tanto per cominciare inizi a rispondere a monosillabi.
Sì.
No.
Forse.
Chissà.
Ahah.
Che ripetuto solo due volte è noto che voglia dire che ti stai così scassando il batacchio che non hai manco voglia di scrivere altri 3 “ahahah” per dimostrare interesse e divertimento per quanto ti viene detto.
Tuttavia il sordo insiste.
Ti dice che la mattina è dalle tue parti e anche in pausa pranzo, magari potreste prendere un caffè.
Tu rispondi chiaramente: la mattina sei di corsissima sempre, a pranzo dall’altra parte della città.
Poi aggiungi: vediamo magari una volta che sono con calma.
Ora questa frase sta a “sei una bella persona”, ossia è un modo per invitare all’evaporazione fulminea senza però essere scortesi.
E anche ai non frequentatori di chat è abbastanza chiaro il messaggio subliminale ma non troppo: gambe in spalla e sparisci dal campo visivo (magari aggiungendo anche “cesso”).
Ma nulla.
Lui insiste.
Ti comunica che dalle 8.30 di solito è nella tua zona.
Che se vuoi, può presentarsi prima per prendere un caffè – manco t’avesse offerto una sveltina, una canna o un’orgia.
No un caffè alle 8,30 quando hai delle tali borse sotto agli occhi che ricordano più che altro dei trolley.
Comunque, di fatto, non molla.
A quel punto tu decidi di smettere di rispondere.
Ma la questione è un ‘altra.
Ci sta che tutti giochino le proprie carte per ottenere ciò che si vuole.
E che le giochino anche davanti ad una risposta poco chiara.
Anche se chiara in realtà lo è, la risposta, ma si vuole tentare l’ultima possibilità – vedi il tuo azzerbinamento quando hai chiesto a Rosso-un-amore-che-non-posso di uscire più e più volte.
A volte vien da chiederti se i tuoi neuroni danno degli impulsi sensati.
Probabilmente no.
Ma porca vacca, se tutta questa umiliazione avviene davanti ad una persona che non si è mai vista, con cui non si è mai parlato davvero, che magari ha una voce acidula e magari è pure antipatico, quando l’unico contatto che si ha è una foto, evidentemente postprodotta pesantemente, allora davvero questo comportamento ti fa cascare i gioielli del batacchio per terra.
Perché o trattasi di masochista – e fuori dal letto è assai poco interessante – oppure di un completo cretino.
Amen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: