Progetti di Vita (asessuati)


In un normale mercoledì sera al Kitsh, dove The Queen si è presentata troppo tardi per i tuoi orari da 60enne – e come fai a dedicarle un post se non la incroci???? -, in un normale mercoledì sera, dicevi, ti sei ritrovato dopo un po’ di tempo a fare un tet-a-tet con il Dottorino.

Ora, fare un tet-a-tet con il Dottorino in questo periodo è un tantino pericoloso perché i suoi occhi color verdognolo-marroncino, tendono a diventare inesorabilmente a cuore e a pulsare. Prima che le sue pupille siano invase di capillari bianchi e dal basso bacino si alzi una (piccola) elica che comincia a roteare e a farlo volare a due metri da terra.
Poi Plasil si lamenta di essere chiamato Plasil.
Già è tanto che non lo chiami Effetto Diabete.

Tornando alla serata, puoi dire di essere quasi riuscito ad evitare un attacco diabetico, con un po’ di sforzo, ma soprattutto sei riuscito a mettere a fuoco degli obiettivi di medio lungo periodo, il che è davvero un passo avanti, visto che la singletudine ti ha trasformato in un “hic-et-nunc-ista“.
Poi, il fatto di fare un progetto di vita condiviso con qualcuno – anche se il progetto resta asessuato (ma d’altronde, quale grande storia d’amore non è asessuata?) – è un ulteriore passo in avanti, segno che forse hai voltato pagina.

Il primo punto è stata la casa.
Un doppio attico comunicante in modo da poter avere la compagnia necessaria (tu e il Dottorino siete i vostri rispettivi unici amici o quasi) ma anche lo spazio per fare tutte le attività minime. Tipo palestra in casa, orge con 30 persone, pranzi luculliani stile Fate Ignoranti.
La location non deve essere troppo pretenziosa. Che fa poco chic. Tipo, avete escluso via della Spiga e il Quadrilatero. Farebbe così clichè. Meglio un Piazza Grandi o un Porta Romana, ecco.

Il secondo punto è stato il personal trainer.
Ossia, visto che avrete una palestra in casa, porterete in casa anche uno o due personal da scegliere tramite casting. Tipo Veline o un fantastico Grande Fratello.
Ovviamente il fatto che siano disponibili ad allenare anche le vostre zone erogene sarà titolo preferenziale nella scelta (se qualche lettore vuole mandare i cv verrà testato personalmente da te visto che il Dottorino al momento è impegnato a farsi battere il cuore).

Il terzo punto (ed ultimo) è la vita sociale.
Vivrete a pieno la vita sociale, non sarete più solo delle banali cule-vip, ma sarete l’immagine stessa della vippagine, perché portete bere GinTonic e Vodka Lemon tutte le sere.
Senza preoccuparsi se è mercoledì che è il nuovo giovedì che a sua volta è il nuovo venerdì e via discorrendo.

Del resto, per fare del vostro progetto di vita non vi resta che vincere 65 milioni di euro al Superenalotto e spartirvi il malloppo.
Il che ha più o meno la stessa possibilità di accadere del fatto che tu smetta di bere Vodka Lemon.
Ecco, allora forse i tuoi passi in avanti sono solo mera finzione scenica, se le cose stanno così.
E tu sei ancora al punto di partenza.
Porca vacca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: