San Valentino, 2 di picche e modelli


Il fatto che sia di nuovo San Valentino e tu sia nuovamente e inesorbilmente come ogni fottuto anno single, ti porta a fare due tipi di pensieri.

Il primo riguarda il fatto che cominci a ricordarti troppi San Valentini passati con gli amici a insultare le coppie felici, borgatare e patetiche che si regalano i Baci Perugina.

La seconda il fatto che la tua vita sentimentale è un assoluto disastro da troppo tempo e sembra non esserci rimedio.

Nonostante ieri sera fossi splendido con il tuo capello corto e la pelle del volto gratinata al punto giusto, che un pò staccava con le braccia bianche che uscivano dalla tshirt bianca sotto il gilet nero ma in discoteca non si nota, non hai battuto chiodo.

Anzi, tanto per cominciare hai visto i tue due rimorchi delle ultime settimane, che contavi di rifarti come ha fatto il Dottorino col suo, farsi tra loro.
Il primo, bacio al volo della scorsa settimana, moro, labbra carone, bel sorriso, pieno di muscoli, forse una regola2, anche se argentino e non brasiliano e quindi si potrebbe aprire una dissertazione sull’argomento.
Il secondo, bacio maledetto che ha contribuito a mandare in vacca la frequentazione con 20anni, biondo, occhi azzurri, barbetta, sexy da morire, regola 2 piena.
Si baciavano e sono usciti insieme dalla discoteca.
E continuavano a baciarsi davanti al paninaro.
I due insieme fanno effetto veline, vero, tuttavia blastarli per il loro essere effimeramente belli non ti fa sentire meglio e non risponde al bisogno di un bacio la notte di San Valentino.

Non sazio di quello che avevi visto e forse per non spalmarti oltremodo sull’amico (nonché ex di vecchia data) del tuo ex Girasoli, che è sempre in giro in tutto il suo splendore (ma lo eri anche te ieri sera quindi 1-1), hai avvicinato un bel ragazzetto che ti ricordava il primissimo stagista che ti ha dovuto subire come capo e hai detto una frase ad effetto:
“Sono circa 10 minuti che mi sono innammorato di te. E probabilmente lo sarò per i prossimi 10”.
La risposta è stata
“Grazie”

GRAZIE??? non gli hai detto “sei bello”. Gli hai parlato d’amore la notte di San Valentino. E dire che lo avresti anche salvato dalla balena cicciona che solo a guardarla fa ingrassare anche te, che se lo teneva stretto. Tra l’altro era il tuo tipetto, sì, ma esattamente bello non era.

Come l’altro che ti ha spiegato il senso della sua maglietta, senza che tu glielo avessi chiesto, si è preso il cuore, gadget della serata, che gli hai regalato e poi se ne è andato senza baciarti.
Non è un comportamento fair la notte di San Valentino. Soprattutto se hai appena regalato un esclusivo (si fa per dire) gadget della serata che hai poi provveduto a rubare a Pinotto.

Odi San Valentino perché anche la Vodka Lemon senti che non riesce a darti il calore che vorresti.
E un pò stanco da questa brillante singletudine, a breve ti infilerai in una festa di un’agenzia di moda.
Magari troverai l’uomo della tua vita.
Siamo realisti.
Vai solo a rifarti gli occhi.

Annunci

One thought on “San Valentino, 2 di picche e modelli

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: